Final individual projects Bachelor of Arts in Theatre 2016

As they come to the end of their studies, the bachelor students are given the task of performing an individual creative work, not exceeding 15 minutes, in which they must be both actors and directors. The starting point can be either real or fictional. Beginning with the subject, the construction of the set design, the choice of costumes, music, and make-up, to movement techniques and acting, the students’ imaginations are given free rein; now, rich from all of the lessons acquired during the three years of training in various disciplines of theatre and movement, the students will be able to show their multitude of individual expressive skills and artistic talent.

This work represents an important opportunity for assessing the artistic maturity of each student, and, with positive reviews, concludes the academic course of studies with the award of a Bachelor degree.

Dates: September 15th – 17th, 2016
Place: Teatro Dimitri, Verscio

Schedule: 15:30 – 22:00


Date: 15 - 17.9.2016 
Luogo: Teatro Dimitri, Verscio
Orario: 15.30 - 22.00

Programma
Ore 15.30 
Discorso di introduzione da parte di Daniel Bausch, Responsabile Studi Bachelor

Ore 15.40 
Inventaire de miettes ou autres bricoles pour survivre
Di Alexandra Gentile 

In una scatola, tutta l'esistenza.
La sua assurdità, la sua bellezza. 

Con: ALEXANDRA GENTILE / CASPAR GUYER / GABRIEL OBERGFELL / SARA USLU 
Testo: Alexandra Gentile
Composizione musicale : Caspar Guyer

Ore 16.00 
Allein mit Allen
Di Angie Müller 

 «Das lebendige Leben muss etwas unglaublich Einfaches sein. Deshalb gehen wir an ihm vorüber ohne es zu erkennen.» Fjodor Dostojewskij

con: ANGIE MÜLLER 

Ore 16.20
Voix sans Issue
Di Aude Lorrillard 

 «Che la vita non abbia nessun senso, magari non c'è nessuna ragione di preoccuparsene»  Thomas Nagel

Voix sans issue é la storia di un quotidiano nella sua più semplice semplicità. 
Un quotidiano che gira la vita per poter capirne il senso. 
Vita, morte. Tutto sarebbe vano?

con AUDE LORRILLARD / JANE FAUCHER / VITA MALAHOVA / GABRIEL OBERGFELL / 
Testo: Jane Faucher e Aude Lorrillard, liberamente ispirato dallo Straniero di Albert Camus

Ore 16.35 PAUSA

Ore 16.55 
Men look at women. 
Women watch themselves being looked at.
Di Fiona Caroll

Brigitte Bardot,1960: la donna più libera nella Francia del Dopoguerra, sex-symbol femminile elevato a potenza. Slegata da qualsiasi approvazione da parte maschile, necessaria all’esistenza pubblica?  
Court-circuitage di una costruzione di identità femminile libera. 

Con: FIONA CARROLL / ANGIE MÜLLER / SARA USLU / MORITZ BLÖCHLINGER / DAVID JANELAS / GABRIEL OBERGFELL
Musica: VIRGINIE JANELAS / ALBERTO BARBERIS / FIONA CARROLL

Ore 17.15
Di Mirabelle Gremaud 
Papà, pourquoi le pommes partent en vacances? 

 «I bambini non hanno pelli sulla lingua»  / «La vérité sort de la bouche des enfants»

Una bambina gioca nella sua stanza con il suo giocattolo preferito, il mondo!
Lavoro ispirato a Mafalda. Un personaggio creato dal fumettista argentino Quino.

Con: MIRABELLE GREMAUD e Il Mondo 
Testo, coreografia e canzone: MIRABELLE GREMAUD
Pittore del mondo: TOMMASO GIACOPINI 

Ore 17.35 
Another lovely day 
Di Diana Meierhans

 «Un artiste, un comédien ou un clown ne peut pas ignorer ce qui se passe autour de lui. Il doit commenter les événements dont il est le témoin» Charles Chaplin (Chaplin’s World)

A partire dal film Tempi moderni (1936), a cui si ispira, il lavoro mette in scena un personaggio intrappolato dagli ingranaggi di una società contemporanea, che tenta di sopravvivere alle sue regole, vittima di un sistema che preferisce rifuggire per tornare a dei valori umani, ritrovando la propria libertà fisica e morale. 

Con: DIANA MEIERHANS / VITA MALAHOVA / FRANCA BURANDT / FIORNA CAROLL / MORITZ BLÖCHLINGER / AUDE LORRILLARD / ANNA KUCH / SARA USLU / GABRIEL OBERGFELL / ANGIE MÜLLER / VIRGINIE JANELAS. 
Montaggio suono: Ouriel Barbezat 


Ore 17.50, PAUSA

Ore 18.10 
Wer andern eine Grube gräbt?
Di Moritz Blöchlinger

 «Un mattino, al risveglio da sogni inquieti, Gregor Samsa si trovò trasformato in un enorme insetto.» Franz Kafka

Il lavoro è ispirato al personaggio di Gregor Samsa, dal celebre racconto “La metamorfosi”. 

Con: MORITZ BLÖCHLINGER / JAKOB SAMBETH 


Ore 18.30 
Filling Visions
Di Vita Malahova 

Il lavoro trae ispirazione dalla fotografa lettone Viktorija Eksta, conosciuta con il suo progetto di autoritratto personale ”Dievs. Daba. Darbs.” (Il Dio, Il Lavoro, La Natura). Il tema principale del lavoro teatrale è la necessità artistica di riempire l’assenza. La stessa assenza che ha ispirato l’artista Viktorija Eksta a entrare nella casa abbandonata in compagnia di Lettonia, dove lei si fa coinvolgere completamente. 

Con: VITA MALAHOVA / AUDE LORRILLARD / DIANA MEIERHANS / ANGIE MÜLLER / DACE ŠTEINERTE 
Musica: ALBERTO BARBERIS 


Ore 18.50
Der Krieg singt nicht
Di Gabriel Obergfell

Ernst Jandl
la guerra
la sua vita, la sua opera, il suo tema

Con: GABRIEL OBERGFELL 
Poesie di ERNST JANDL 

Ore 19.05 PAUSA CENA 

Ore 20.30 
Die Würstchen der Wahrheit
Di Anna Kuch

 «Forte acquazzone: opponiti alla pioggia, lasciati permeare dai raggi di ferro, scivola nell’acqua che vuole trascinarti via, però resta pure, attendi così, diritto, l’improvviso e infinito affluire del sole» (Franz Kafka)

Ein Manifest für die Wachheit / Un manifesto per l'agilità.

Con: ANNA KUCH / VINZENT GISI / FIONA CAROLL 


Ore 20.50 
Sehn Sucht
 Di Franca Luisa Burandt  

Si dice, che il nero abbia bisogno del bianco, la luce getti ombra, e solo di notte le stelle siano visibili.
Anche la gioia non è lineare, sfavilla improvvisamente come la luna che brilla tra gli alberi.
Billie Holiday aveva dentro di sé una forza che raggiungeva con la sua voce.
Per alcuni momenti la portava aldilà dei confini del suo mondo, facendola risplendere.

Con: FRANCA LUISA BURANDT 


Ore 21.10
De mon corps rigide et blanc 
Di Sara Uslu 

«Le conte n’est pas le récit qui s’achève, mais l’écriture qui s’immagine.»  Jamel Eddine Bencheikh 

Come ci comportiamo in confronto alla vita e/o alla morte? Usiamo lo stratagemma delle storie. 
Liberamente inspirato a Le Mille e Una Notte.

con SARA USLU / ALEXANDRA GENTILE / GABRIEL OBGERFELL / DAVID JANELAS / VIRGINIE JANELAS / ANNA KUCH / FRANCA BURANDT 


Ore 21.30
Et soudain, le silence
Di David Janelas

 «Non è la realtà che dipinge Céline ma l'allucinazione che la realtà provoca»  André Gide

Creato a partire delle interviste dello scrittore Louis-Ferdinand Céline con vari giornalisti, questo progetto propone un viaggio inquietante nel paesaggio della memoria e del trauma.

Con: DAVID JANELAS / VIRGINIE JANELAS / GABRIEL OBERGFELL / ALEXANDRA GENTILE 
Testi: David Janelas, estratti da interviste di Louis-Ferdinand Céline 

Ore 22.00 FINE 

Questo contenuto attualmente non disponibile in italiano.

Info

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti alla newsletter per ricevere informazioni sulle attività e gli eventi dell'Accademia.




Notizie