I “Six Viewpoints” di Mary Overlie e Michael Groneberg

Un incontro a cura di Giorgio Thoeni, martedì 22 maggio 2018, ore 19.00 presso l’Accademia Teatro Dimitri di Verscio

L’ultimo appuntamento stagionale con il Café Philo proposto dall’Accademia si presenta con una formula originale che mette a confronto due personalità di spicco attorno alle più importanti teorie sul movimento in relazione con riflessioni di natura filosofica.

Mary Overlie (1946) è una delle più significative personalità del teatro americano. Performer, coreografa, scrittrice e docente universitaria, con la sua teoria e tecnica descritta nei Six Viewpoints, ha fortemente influenzato la pratica del teatro di movimento: concetti sui quali ha iniziato a riflettere giovanissima e che ha sviluppato nel corso di una lunga carriera. Dal 1978 al 1986 dirige la sua compagnia di danza a New York dove è assistente di direzione coreografica per Lee Bruer, Joanne Akalaitis, Anne Bogart, and Brian Jusha. È stata fra i fondatori del Danspace Project Movement Research di NY e del workshop internazionale Pro Series delle Tanz Wochen di Vienna. Ha insegnato in Francia, Olanda, Danimarca, Belgio e Stati Uniti. Nel 1999 ha ricevuto il Bessie Award per la danza e il teatro, premio destinato ad artisti indipendenti che operano a New York.

Michael Groneberg (1961) è assistente e ricercatore in Filosofia all’Università di Losanna e Friburgo. Ha curato numerose pubblicazioni sul rapporto tra Filosofia e Teatro. Ha creato e cura il progetto Les maître de la caverne con l’obiettivo di incoraggiare e sostenere gli studenti universitari che desiderano tradurre concretamente  e avvicinare il pensiero filosofico alla creazione teatrale. Nel 2018 ha pubblicato per Etudes de Lettres, rivista della Facoltà di Lettere dell’UNiversità di Losanna, il volume Penser la scene, riflessioni a più voci sul teatro, sul suo oggetto, sulla spazialità e i suoi mezzi (influenze, gioco, poesia).

Info

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti alla newsletter per ricevere informazioni sulle attività e gli eventi dell'Accademia.




Notizie