Presentazioni CAS 2016

Anche quest'anno, l'Accademia offre la possibilità di assistere alle performances sviluppate dai partecipanti della terza edizione del CAS in Teatro, Performance e Arti sceniche contemporanee. Ad inizio giugno, giovedì 09, dalle 18.00 e venerdì 10, dalle 19.00, siete tutti invitati a Verscio per immergervi nel percorso creativo degli artisti coordinati da Stéphanie Lupo.


Le performance

Alessia Della Casa: The space of now

giovedì 09.06, 18:00 – Aula Danza

venerdì 10.06, 20:00 – Aula Danza

I luoghi come specchio del presente, dell’essere qui-ora e del relazionarsi ad un tempo unico, pieno di sensazioni e profumi. La riscoperta del corpo, la danza, portano attenzione allo spazio dell’adesso, quel luogo che diventa il possibile tempo per la pratica della libertà personale. 

“Nel soggiornare presso i luoghi, gli uomini abbracciano spazi e si mantengono in essi; stando in essi li possono percorrere, ma con tale muoversi non si rinuncia allo stare“ (M. Archetti)


Kristin Nango: Potential for presence

giovedì 09.06, 18:30 – Parco Casa del Clown

Percepire insistendo. Indagini degli esseri liminali che respirano invisibilmente in nuovi incontri dietro la nostra cieca pelle umana. Chi siamo noi? E cosa sta parlando a cosa?

“C’è più ragione nel tuo corpo che nella tua migliore saggezza” (F. Nietzsche)


Jakub Bolewski: Tofu

                                giovedì 09.06, 19:00 – Salone Comunale

venerdì 10.06, 21:30 – Salone Comunale

Sei bravo. Riposati. Mangia e bevi e divertiti. Ce l’hai fatta.

La performance rappresenta l’interrogarsi di una persona moderna su come lottare per la felicità. E su dove si trova il confine tra felicità e dolore.


Tommaso Giacopini: Oltre

                                giovedì 09.06, 19:30 – Salone Comunale

venerdì 10.06, 19:00 – Salone Comunale

Esiste un bisogno più grande del benessere, una più alta ambizione. Qualcosa che va al di là del desiderio materiale, qualcosa di difficilmente descrivibile a parole. È un bisogno che si sente dentro, che se non viene ascoltato cresce, si espande e invade tutto il corpo. Si può definire in espressioni come “voglia di sorprendersi”, “piacere della scoperta”, “bisogno dell'ignoto”. Ma anche queste non sono che espressioni limitate, che non riescono ad esprimere il vero e puro desiderio che ci sta dietro. La risposta è nel trovare il coraggio di incamminarsi su una strada nuova e sconosciuta e permettersi di sentirsi persi.


Lara Buffard Voggensperger: La loba

venerdì 10.06, 19:30 – Aula Grande

Una donna in partenza è alla ricerca del fuoco sacro che dorme in lei, lontano dalle catene e dai luoghi comuni attribuiti abitualmente alle donne.

Tutto quello che lei è, è suo: a noi donne di divenirlo, di esumarlo. Allora le lacrime non avranno la stessa acidità, le risa la stessa energia, i colori la stessa intensità, l’amore la stessa profondità. Ma per questo bisognerà prendere il cammino più arduo.


Lilian Frei: Il coro del pane

                                venerdì 10.06, 20:30 – Aula Grande

Sarà anche il pubblico a cantare e a venir motivato a partecipare. La musica del pane è composta dai suoni della vita di tutti i giorni che faranno parte pure della performance.

La danza di celebrazione della vita sarà accompagnata da parole poetiche. Durante la performance si mangerà pane e si vivrà bene.


Irene Burren: Where do I really belong to?

                                venerdì 10.06, 21:00 – Aula Grande

Crescere in una fattoria con i fratelli e tante mucche. L’idillio campagnolo è ingannevole. Il molto lavoro tiene alla sua ombra il quotidiano, e alla fine della giornata rimane poco di fantasia e sogni.

Ma cosa succede, in un luogo del genere, alla giovane contadina che vuole assolutamente diventare ballerina classica?

Una performance sulla ricerca della propria identità e del proprio posto nella vita. Where do I really belong to?


Info

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti alla newsletter per ricevere informazioni sulle attività e gli eventi dell'Accademia.




Notizie