Teatro e crescita personale con i Corsi estivi dell'Accademia Teatro Dimitri

L’estate può anche diventare l’occasione di tornare al proprio io: è quanto accade da anni a Verscio, durante i corsi estivi che vengono organizzati dall’Accademia Teatro Dimitri, che offrono l’opportunità di interrompere il flusso quotidiano di compiti e impegni per concentrarsi su sé stessi.

A fianco di corsi più canonici (almeno in ambito teatrale), come “Clownerie” o “Improvvisazione”, alcuni corsi recentemente aggiunti all’offerta estiva sono decisamente rivolti allo sviluppo personale. “Falling in creativity” è il titolo evocativo del corso della finlandese Orvokki Mäkelä, che offre la possibilità di aprirsi all’immaginazione e rompere le norme del pensiero abituale e dei modelli di comportamento, rinunciando per un momento a essere produttivi per esplorare la propria creatività personale e i propri percorsi. Lo stesso dicasi del corso di “Immersione interiore”, volto alla scoperta del proprio corpo e delle proprie emozioni attraverso esercizi fisici intensi e di resistenza. Per “rivoltare l’interno di sé stessi, come si rivolta la terra fino a trovare il punto atto ad accogliere il seme”, così Charles Tiendrebeogo, ideatore del corso, giunto dal Burkina Faso appositamente per formarsi all’Accademia ticinese.

Gli influssi del teatro sullo sviluppo personale sono ben conosciuti: basti pensare alle ricerche che hanno evidenziato gli scambi che caratterizzano le relazioni tra pratiche teatrali, terapeutiche e spirituali. Capita in effetti molto spesso che, per esempio, gli esercizi che fanno parte della preparazione dell’attore vengano ripresi con profitto in ambito sociosanitario, o che maestri del teatro contemporaneo si lascino influenzare nel loro lavoro da pratiche yoga. 

“Credo che in ogni ambito lavorativo ed esistenziale sia necessario, per trovare nuove idee e nuovi stimoli, essere disponibili a lasciarsi stupire”, afferma Demis Quadri, docente e ricercatore dell’Accademia, e responsabile dell’organizzazione dei corsi estivi. “Per muoversi in questo senso, le pratiche del teatro, del circo, della danza e più in generale delle arti sceniche possono essere considerate come vie assolutamente privilegiate”.

Lo chiarisce anche Bernard Stöckli, artista indipendente che ogni anno propone a Verscio corsi di Clownerie: "Tramite questa esperienza le persone imparano a confrontarsi con un pubblico o un gruppo, e a essere più coscienti delle proprie qualità. Quindi questi corsi non servono solamente a sviluppare conoscenze teatrali, ma pure ad arricchire la propria persona, indipendentemente dal mondo del teatro”.

Per scaricare il Programma dei Corsi estivi cliccare qui; per informazioni e iscrizioni : Francesca Marcacci 091 796 24 14.

Info

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti alla newsletter per ricevere informazioni sulle attività e gli eventi dell'Accademia.




Notizie