Teatro e neuroscienze con Luca Spadaro e Giovanni Pellegri

Café Philo Mercoledì 8 gennaio 2020 ore 18.30 - Aula Grande a cura di Giorgio Thoeni

Mejerch’old, Stanislavkij, Craig senza dimenticare Grotowski, Strasberg, Barba, Brook… sono alcuni dei nomi più importanti e significativi che hanno segnato il teatro del Novecento alla ricerca di un metodo e uno stile per formare l’attore moderno e dare un significato al lavoro firmando regie dai risultati spesso diventati leggendari. Ognuno di loro ha rappresentato un percorso di ricerca affascinante ma che non sembra esaurirsi, anzi, trova nuove e appassionanti direzioni.

La scuola per la formazione dell’attore ha sempre proseguito la scelta delle sue tecniche in parallelo con il progresso, sociale, culturale e scientifico, nutrendosi di nuove teorie.

Oggi si è fatta largo quella delle neuroscienze legata alla scoperta dei neuroni a specchio. Ma che cosa c’entrano le ipotesi neurologiche con il lavoro pratico degli attori? Come spiegare il rapporto tra corpo e cervello? Come parlare e muoversi sulla scena creando un linguaggio che comunica e condivide emozioni con il pubblico?

Giorgio Thoeni affronta un tema importante per la formazione di giovani attori stimolando il confronto fra due specialisti: Luca Spadaro, regista, drammaturgo e pedagogo, autore del recente manuale L’attore specchio (Dino Audino editore) e Giovanni Pellegri, dottore in neurobiologia, ricercatore all’USI e divulgatore scientifico.

Info

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti alla newsletter per ricevere informazioni sulle attività e gli eventi dell'Accademia.




Notizie